nVent_Core_Component_CMYK_F2-656x730.png

Pentair Thermal Management diventa nVent
- una nuova opportunità per stimolare l'innovazione

I vostri brand di fiducia RAYCHEM, TRACER, NUHEAT, PYROTENAX e TraceTek ora fanno parte di nVent Thermal Management.

È in preparazione un nuovo sito Web aziendale che verrà lanciato nel gennaio 2019. Sino ad allora, potrete avere tutte le informazioni che desiderate usando il nostro attuale sito Web.

For more information on nVent:
Per altre informazioni su nVent
Visitate nVent.com
(attualmente solo in inglese)

FAQ

FAQ

La riparazione dei cavi scaldanti è possibile. A questo riguardo esistono appositi kit di riparazione, disponibili presso i distributori locali.

(1010)

Per il fissaggio di piastrelle o lastre di pietra sui pannelli T2Reflecta è obbligatorio utilizzare l'adesivo T2Reflecta.  Tuttavia, alcune pietre naturali con colori sensibili, come il marmo, non dovrebbero essere utilizzati per evitare possibili macchie o alterazioni cromatiche nel pavimento finito. Il fornitore della pavimentazione potrà fornire le opportune indicazioni sulla sensibilità ai colori delle pietre naturali.

(1011)

No, il cavo non deve essere separato, accorciato o prolungato. È possibile tagliare solo il cavo di alimentazione.

(1012)

Per poter sostituire il sensore in caso di guasto, è opportuno installarlo in un tubo flessibile.  I pacchetti QuickNet includono una canalina flessibile. È inoltre possibile ordinare separatamente un tubo flessibile da 2,5 metri con diametro di 10 mm a nVent Thermal Management (numero di riferimento: 6012-8949541). La canalina deve essere installata appena al di sotto della superficie piastrellata, perciò può essere necessario creare una traccia nella soletta. Se si utilizzano i pannelli T2Reflecta, la canalina deve essere installata in una fessura ricavata nello spazio tra due pannelli.   Il sensore deve essere posizionato centralmente tra i due tratti di cavo scaldante. La punta del sensore deve essere installata ad almeno 50 cm dalla parete per evitare misurazioni poco affidabili della temperatura a pavimento (come può accadere, ad esempio, se la temperatura viene misurata sotto una credenza).

(1013)

No, è particolarmente importante utilizzare l'adesivo T2Reflecta!  La garanzia è valida solo per l'uso dell'adesivo T2, poiché questo prodotto è stato sviluppato per fornire un alto livello di adesione tra l'alluminio e la mattonella.  nVent Thermal Management non fornisce alcuna garanzia per la qualità adesiva di altri prodotti.

(1014)

Il sistema può essere controllato mediante un termostato collegato a un sensore ambientale o a pavimento.  È meglio utilizzare un termostato a rilevamento ambientale se la priorità è il risparmio energetico; in questo caso, tuttavia, è possibile che una parte del pavimento rimanga più fredda.  È preferibile un termostato a pavimento se la priorità è il comfort di un pavimento caldo. La soluzione ideale sarebbe naturalmente una combinazione delle due tecnologie.

(1015)

Il sistema T2QuickNet- Plus-160 è indicato quando il pavimento non è bene isolato, o quando si desidera un riscaldamento rapido o una temperatura relativamente alta.

(1018)

No, T2QuickNet può essere utilizzato solo con materiali completamente piatti e dalla struttura chiusa. Negli altri casi è preferibile utilizzare il sistema T2Reflecta, che essendo un sistema autoregolante non rischia di surriscaldare o danneggiare i pavimenti sensibili alla temperatura.

(1019)

Per il fissaggio di piastrelle o lastre di pietra sui pannelli T2Reflecta è obbligatorio utilizzare l'adesivo T2Reflecta.  Tuttavia, alcune pietre naturali con colori sensibili, come il marmo, non dovrebbero essere utilizzati per evitare possibili macchie o alterazioni cromatiche nel pavimento finito. Il fornitore della pavimentazione potrà fornire le opportune indicazioni sulla sensibilità ai colori delle pietre naturali.

(1021)

I termostati T2FloorTemp e T2DuoTemp hanno una capacità di carico massima di 16 A.

(1022)

Il sensore dovrebbe essere installato al centro tra due cavi. Il sensore può essere installato in un tubo di plastica/Cu con Ø 10 -12 mm tra due pannelli T2Reflecta. La distanza dalle pareti dovrebbe essere di circa 0,5 m. La posa, tuttavia, può anche essere effettuata in un canale libero del cavo scaldante.

(1034)

Per ragioni di comfort e di risparmio energetico, si consiglia di utilizzare il termostato RAYCHEM NRG-Temp. All'accensione, il cavo scaldante autoregolante T2Red richiede una corrente di spunto. Il termostato NRG-Temp è stato progettato per resistere a questa corrente di spunto. Se si utilizza un altro termostato la cui capacità di commutazione è minore di 13 A, si raccomanda di accendere il sistema scaldante mediante un contattore.

(1035)

L'adesivo T2Reflecta ha un tempo di fissaggio di circa 4 ore, trascorse le quali è possibile riprendere il lavoro.  Commento: l'adesivo non può essere utilizzato come malta per un sottofondo sottile. È un adesivo.

(1036)

Se si utilizza un cavo autoregolante come il T2Red, è possibile incrociarlo o posizionare 2 cavi l'uno vicino all'altro.
Se si utilizzano cavi a potenza costante come QuickNet, T2Blue o CeraPro, non è possibile incrociare i cavi né posarli troppo vicini l'uno all'altro, e l'isolamento dei cavi non deve essere eccessivo.

(1039)

Il rilevamento a contatto restituisce una temperatura del pavimento molto più stabile. Nel caso del rilevamento ambientale, è possibile che la temperatura del pavimento subisca troppe oscillazioni, e che il cliente abbia la sensazione che il riscaldamento a pavimento non funzioni correttamente. Con il rilevamento a contatto, la temperatura del pavimento risulta sempre gradevole e stabile. I sistemi di riscaldamento a pavimento T2 sono sistemi "sottili", in cui gli elementi scaldanti sono posizionati vicino alla superficie. I sistemi T2 reagiscono velocemente rispetto ai sistemi di riscaldamento a pavimento "ad alto spessore", la cui massa generalmente elevata comporta una maggiore inerzia e lentezza. Di conseguenza, il termostato con sensore a pavimento risulta più efficiente, offre un controllo più rapido e genera una temperatura più stabile del pavimento. Il sensore a pavimento è la soluzione ideale per i locali che utilizzano più fonti di calore, ad esempio i bagni dotati di riscaldamento a pavimento e scaldasalviette. Per ottenere un funzionamento efficiente del riscaldamento a pavimento con una minore dipendenza dallo scaldasalviette, il sensore a pavimento rappresenta la scelta migliore perché misura solo la temperatura al suolo.

(1040)

L'EM2-XR è un cavo scaldante autoregolante progettato per eliminare il ghiaccio e la neve dalle superfici di passaggio esterne (rampe, vialetti, scale, ecc). La potenza di uscita dell'EM2-XR in una piastra di calcestruzzo è la seguente: 105 W/m a -15°C, 100 W/m a -10°C, 95 W/m a -5°C e 90 W/m a 0°C.

(1049)

Sì, il fermaglio per connettori è disponibile separatamente. Il codice di ordinazione è SFB-RC2-BRAID-CLIP.

(1165)

No. La camicia esterna del cavo non è resistente agli agenti chimici presenti nel petrolio.

(1167)

No, il cavo scaldante di protezione antigelo RAYCHEM è destinato solo alle installazioni fisse.

(1168)

Sì, purché non venga superata la lunghezza massima del circuito. La lunghezza massima del circuito da considerare per il sistema è pari alla lunghezza massima più breve tra quelle dei cavi scaldanti collegati.

(1169)

Sì. RAYCHEM richiede l'uso di un dispositivo di corrente residua da 30 mA.

(1172)

 NO! Si creerebbe un cortocircuito! Installare una guarnizione terminale RayClic-E-02.

(1175)

No, i termostati AT-TS-13 e AT-TS-14 possono essere utilizzati per la commutazione di più circuiti. La lunghezza massima del circuito dipende dalla capacità di commutazione (16A per l'AT-TS-13/14). Se i diversi circuiti scaldanti si trovano in aree con temperature ambiente differenti (es. tubazioni interrate e tubazioni a cielo aperto), si raccomanda di usare termostati separati.

(1177)

Alimentare il cavo scaldante e toccarlo dopo alcuni minuti. Il cavo deve essere tiepido al tatto.

(1179)

Usare una fascetta fermacavi o un nastro adesivo in fibra di vetro. Per le tubazioni in plastica, usare il nastro adesivo in alluminio ATE-180 e applicarlo sull'intera lunghezza del cavo scaldante.

(1180)

In base al principio del treno d'impulsi: un certo numero di 'onde intere' viene fatto passare e un certo numero viene bloccato. Quanto più numerose sono le 'onde intere', tanto maggiore è la potenza trasmessa.

(1199)

La connessione elettrica nel dispositivo RayClic è realizzata mediante una 'lama' che attraversa l'isolamento elettrico del cavo scaldante. I connettori di questo tipo sono detti "IDC".

(1200)

No. Per la protezione antigelo, RAYCHEM offre i cavi scaldanti FS.

(1202)

Controllare quanto segue: - l'unità di controllo HWAT-ECO è installata correttamente? - è installato il tipo di isolamento corretto? - controllare le impostazioni dell'unità di controllo HWAT-ECO. Se necessario, eseguire le opportune regolazioni. - controllare che la temperatura di mantenimento sia di almeno 5°C inferiore alla temperatura della caldaia

(1207)

I cavi scaldanti devono essere conservati in un luogo pulito e asciutto. Proteggere le estremità dei cavi con una terminazione. Intervallo di temperatura: da +40°C a +60°C.

(1209)

No, il cavo scaldante HWAT deve essere installato in linea retta sulla tubazione.

(1212)

Il timer può essere utilizzato per spegnere il sistema se non si utilizza un'unità di controllo HWAT-ECO. L'unità HWAT-ECO incorpora le funzioni del timer QWT 05.

(1214)

Connection and Protection